Premessa: so che anche solo pronunciare il nome Minecraft (Minecraft minecraft minecraft) porta un sacco di visite al blog. Me meschino. MA! E’ un sotterfugio che ritengo praticamente innocuo, visto che la recensione vi è. Bo’, speriamo che serva.

Minecraft! Minecraft! Minecraft!

Per chi di voi che ha vissuto in una caverna, mettendosi le mano sulle orecchie e gli occhi chiusi, e quindi non sa cosa sia Minecraft, faccio una breve spiegazione. Minecraft si svolge in un mondo generato casualmente (quindi ogni volta che giocate la mappa di gioco sarà diversa, quindi a volte ci saranno montagne lì, a volte di là, a volte fiumi etc etc…) composto da Cubetti. Come i lego, poche parole. E come i Lego, il giocatore può staccare blocchi e poi riposizionarli. Può anche utilizzare questi blocchi per costruire (ovviamente), sia in senso lato, sia nel senso del “crafting”. Cioé, il giocatore può creare vari oggetti partendo da alcuni blocchi.

Crafting! Crafting! Crafting!

Guardate l’immagine su. Vedete come, mettendo delle stecche e poi dei blocchi nel modo mostrato (a forma di piccone), si ottenga, appunto, un piccone? Ecco. Questo è il Craft, e giustifica metà del titolo (Mine-Craft). Ma il “Mine”, cosa riguarda?

Be’, Minecraft offre oltre ad un vasto mondo di superficie (ed alcune dimensioni parallele, ma è un’altra storia), ricco di foreste, deserti, fiumi e piante; anche un grandissimo mondo sotterraneo, pieno di caverne, e Dungeons (piccole camere in cui è presente uno Spawna-Mostri, con ceste del tesoro). Il giocatore può scavare, per trovare minerali (come il ferro, l’oro) e altro (carbone per fare le torcie, i diamanti).

Come ho detto, ci sono dei dungeons, e ciò sottointende la presenza di mostri. Esistono vari tipi di mostri, in minecraft (saranno una decina o poco più) ma citerò i quattro più importanti: zombie, ragni, scheletri-arcieri, e Creeper. I creeper sono delle creature a forma di parallelepipedo, con una faccia che sembra urlante, che hanno la particolare capacità di “scoppiare” nelle vicinanze del giocatore. Li odierete, vi assicuro, visto che sono in grado di distruggere buona parte dei vostri edifici, buttando all’aria lavoro.

Creeper. Che bella casssssha.

La cosa più importante di minecraft è la costruzione. Esistono tantissimi tipi di blocchi (oltre gli ovvi legno e pietra) , di vari colori (basti pensare ai blocchi di lana che hanno tutte le gammazioni di colori, ottenute usando coloranti). Visto che la gravità, in Minecraft, non vale per i blocchi (apparte per quelli di sabbia e ghiaia), è possibile creare centinaia di edifici e strutture diverse.

A volte si esagera.

Quindi Minecraft è perfetto se volete dare sfogo al vostro Architetto Interiore, e potrete anche usare una modalità “Creative” invece della survival. Questa, a differenza della Survival, elimina il bisogno di mangiare, e vi permette di avere TUTTI gli oggetti che volete senza bisogno di cercarli prima.

Minecraft permette di giocare anche in multiplayer, abilitando più giocatori a costruire insieme!

Adesso, però, passiamo alle note negative. La prima che salta all’occhio, è che Minecraft predilige di molto l’aspetto “di costruzione” rispetto alla parte “action”. Ovviamente questo non è un problema per tutti, ma per chi ricercasse un sistema di combattimento più complicato, oppure un’esplorazione che non sia unica delle caverne (che comunque a volte fanno rimanere a bocca aperta, per la loro grandezza), potrebbe esserci una delusione. Infatti, il mondo di superficie è poco ricco. Ci sono diversi ambienti (deserto, ghiaccio, foresta, pianura) ma sono monotoni. Infatti, bisogna aspettare la notte (i mostri spawnano al buio) se non si vuole avventurarsi sottoterra per incontrare qualche mostro.

Un altro punto negativo è la presenza di poco crafting. Ci sono poche ricette, e la maggiorparte sono variazioni di altre (il piccone fatto col ferro invece che non la pietra, P.E). Dopo un po’ si impareranno a memoria, rendendo praticamente inutile il sistema di crafting, che suggerirebbe una produzione più “creativa” degli oggetti.

Questi difetti possono però essere appianati da un GRANDISSIMO pregio di Minecraft: le mod. Esistono centinaia di mod, che cambiano il gioco aggiungendo nuove craft, nuovi ambienti, nuovi mostri ed animali. Perfino veicoli come auto ed aerei. Una delle mie preferite è la mod “Wasteland” che fa in modo che il mondo diventi deserto, i mostri più forti, e gli alberi molto più rari, rendendo il tutto molto più simile ad una terra post-nucleare. Poi c’è la Aether mod, che permette di andare in una dimensione dei cieli, ed altro.

C’è ancora da dire che chi preferirebbe ancora un mondo più esplorabile in se, un gioco che si concentri meno sul mine e più sul “Craft” e sull’ “Action” consiglio invece Terraria, un videogioco 2D che ha premesse simili a minecraft ma si sviluppa in modo diverso. Non state a sentire chi dice che Terraria è un clone di minecraft: non è assolutamente vero!

Minecraft può essere acquistato sul sito ufficiale ( http://www.minecraft.net ), ed attualmente si trova alla versione 1.8.1. Io l’ho comprato quando era ancora in Alpha, quindi ce l’ho da un sacco. E’ possibile comprare, sempre sul sito ufficiale, anche molta altra roba, come magliette, ed altri souvenir, tutti in tema minecraft! E’ possibile perfino acquistare una riproduzione 1:1 della piccozza caratteristica, in tutta la sua pixellosa cubosità!

Ed adesso, una bella immagine per finire in allegria!

Minecraft! Minecraft! Minecraft!

Annunci
commenti

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...