This Precious Land: vuoi giocare a fare dio?

Pubblicato: 1 maggio 2012 in GESTIONALE
Tag:, , , , , , ,

Nome: This Precious Land
Genere: Gestionale
Tipo: PC\Mac (?)
Prezzo: free
Versione: n\d

Download: http://www.ludumdare.com/compo/ludum-dare-23/?action=preview&uid=8804

Il blog è rimasto un po’ inattivo negli ultimi tempi, perché davvero non sapevo su cosa avrei dovuto scrivere l’articolo. Davvero. Non è che avessi finito i giochi da segnalare – ne ho ancora un bel po’ – ma nessuno di quelli che pensavo credevo fosse quello giusto. Faccio un nuovo gioco? Recensisco qualcosa di Kongregate? Forse dovrei mettere Rebuild o The Last Stand, sono mesi che li voglio segnalare sul blog. Oppure faccio un nuovo numero della rubrica Retroroba? Ma che gioco retrò scelgo? Fallout? Wasteland? No. Forse potrei mettere Castlevania 2. Oppure Surival Kids! Ecco, avevo deciso di fare un articolo su Survival Kids. Il che sarebbe stato un po’ complicato, visto che non ci ho mai giocato (ma avevo visto dei walkthrough e l’idea base mi piaceva molto). Però, poi, mi connetto e BAM! Ecco l’ispirazione. Da quando ho fatto partire l’EXE di This Precious Land, lo sentivo e lo credevo, ecco, quello sarebbe stato il mio prossimo gioco. Il prossimo che avrei messo sul blog.

Perché This Precious Land è un gioco davvero particolare. Il giocatore viene messo davanti ad una griglia isometrica 6×6. completamente vuota. Con il tasto sinistro del mouse può piazzare un blocco di terra. Un blocco di terra vero e proprio, con giusto delle piantine qui e là. Se ne mette un altro affianco a quello, allora i due blocchi si uniscono e diventano un blocco di prato. Due blocchi di prato diventano un blocco di bosco. Due blocchi di bosco diventano un blocco di foresta. Due blocchi di foresta diventano un blocco di Albero gigante. Il gioco funziona tutto così. Nessuna IA o avversario, o obiettivo. Solo la spinta di scoprire cosa fa la prossima combinazione, o di creare una landa complicata e piena di blocchi rari. Una landa che sia preziosa, perché unica e su cui abbiamo buttato fatica, insomma. Ecco, questo è l’obiettivo di This Precious Land. Il gioco non te lo dice, ma è lo stesso giocatore che pensa “voglio far fiorire questa griglia sei per sei”. Molto semplicemente.

Bando alle cose “omg quanto è poetico questo gioco”, passiamo al gameplay vero e proprio. Come ho già detto prima, unendo i blocchi se ne creano altri sempre più complicati, con un meccanismo simile a quello di Triple Town. Il blocco di Albero Gigante, però, è speciale. Infatti, bisogna sapere che c’è una certa categoria di blocchi che può essere sfruttata con il tasto destro del mouse. I blocchi di Foresta, per esempio, possono essere abbattuti per ricavare legno (poi ritornano blocchi di terra). Quando un blocco albero gigante viene creato, regala al giocatore un tot di “punti magia”. Non hanno un nome, ma l’immagine è di una polvere luccicosa, quindi si, deve essere magia. Grazie alla magia, il giocatore può creare cose leggermente più complicate. Infatti, la griglia 6×6 è piccola, e qualche piazzamento sbagliato potrebbe comportare perdita di spazio utilizzabile per fare le combo di blocchi. Usando la magia, potremo ad esempio piazzare direttamente blocchi di bosco, per esempio. Questo è davvero utile. Però, la magia non ci permette solo di utilizzare solo blocchi che potremmo ottenere comunque. Infatti, possiamo anche usare la magia per creare dei blocchi di “laghetti” che messi insieme fanno un “lago” e due laghi fanno “un lago con prateria” (i nomi che mi invento sono orribili, lo so. I laghi sono molto utili perché, effettivamente, gli Alberi Giganti una volta abbattuti rimangono lì, quindi non possono essere tolti e sono d’intralcio. Invece, se ci mettete un lago vicino gli Alberi Giganti ricresceranno di volta in volta permettendovi di usufruire di maggiori scorte magiche. E’ possibile, con la magia, usare anche le pietre, che messere insieme formano roccie, che messe insieme formano roccie giganti, che messe insieme formano montagne. Così, semplicemente. Inoltre, c’è ancora altro divertimento perché i blocchi che si possono piazzare con le risorse (pietro, legno, magia) non compariranno finché non troviamo la ricetta. Finché non abbiamo, chessò, 40 magia, non potremo sapere che si possono creare laghi – e finché non abbiamo 2 legni, due pietre e una risorsa d’acqua non sapremo che si possono creare casette.

Grazie a vari screenshot so che ci sono altre risorse oltre a pietra, legno e magia, ma davvero non ci sono (ancora) arrivato a sbloccarle. So che è possibile addirittura creare casette e castelli, che danno denaro che serve per costruire altre cose ancora.  Lo screenshot in questione lo potete vedere qui:

Questa landa è davvero preziosa.

Ecco. Questo è This Precious Land. Un gioco praticamente SENZA pretese, fatto in 48 ore, che però si dimostra incredibilmente ben fatto e speciale.

Un gioco davvero prezioso.

Annunci
commenti
  1. dt3dt ha detto:

    avevo letto l’articolo su indie vault, bel gioco anche se ci si potrebbe fare qualche aggiunta in più

    • gluttonysin ha detto:

      Per esempio? A me è sembrato piuttosto vasto (contando che si può raggiungere anche allo stato di città) però complicarlo troppo sarebbe uno snaturamento completo!

      • dt3dt ha detto:

        Beh non molte, ad esempio la possibilità di ingrandire la griglia (magari usando la magia) o quella di poter distruggere un blocco (è snervante posizionare per sbaglio un blocco e non poterlo eliminare)

      • gluttonysin ha detto:

        La griglia espandibile sarebbe bella!

        Comunque, effettivamente, si possono eliminare i blocchi. Ci sono 2 modi, o spendendo i soldi per i lavori pubblici o usando il fuoco. (quindi solo quando hai creato il castello oppure il vulcano, quindi almeno all’inizio devi stare attento 🙂

        Il fuoco toglie i fiumi e le foreste, mentre i lavori con i soldi levano il resto 🙂

  2. Feschio ha detto:

    Davvero una figata, sembra uno dei classici enigmi ma ha davvero molto di più da dare. Lo approfondirò assolutamente :Q

    Unica pecca è la grafica dei tasti per uscire e per la nuova partita, non la sopporto proprio :/

  3. […] come semplice God-Game ispirato a This Precious Land, gioco di cui avrebbe dovuto ereditare la meccanica base “Lascia che sia il giocatore a farsi […]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...