God’s Watch

Pubblicato: 11 giugno 2012 in PLATFORM
Tag:, , , , , , ,

Nome: God’s Watch
Genere: Action Platform
Tipo: PC
Prezzo: Free
Versione: n\d

Download:http://sandbox.yoyogames.com/games/142650-gods-watch#

Un giorno, esci di casa e vai a fare un po’ di parkour. Free Running. Mosse fighe. Cose del genere. E ti dai un obiettivo: raggiungere la cima di un alto grattacielo. In seguito, grazie alle tue abilità, ci riesci. Ma, per sbaglio, cadi nell’edificio, e trovi niente di meno che quello che gli scienziati che lavorano lì chiamano God’s Watch. L’orologio di dio: vecchio miliardi di anni, ha quattro quadranti che coprono archi di tempo lunghissimi, e ha scritto “Amen” sulla parte esterna. Ogni quadrante è attraversato da linee rosse, alcune talmente piccole che sono impossibili da vedere senza l’ausilio di un microscopio. Come apprendi in seguito, ogni linea rappresenta un evento importante, e più è spessa più ciò che succede è determinante. Appena finisci di leggere il rapporto contenente queste informazioni; e in cui c’è scritto anche che gli scienziati stanno cercando un modo per distruggere l’Orologio; degli agenti fanno irruzione nella stanza e sei costretto a darti alla fuga, portando l’orologio con te. Perché non può rimanere lì, in quanto dimostra una cosa: che Dio esiste.

God’s Watch è, sostanzialmente, un platform in cui dobbiamo scappare dalle guardie dell’agenzia a cui abbiamo rubato l’Orologio, in modi spericolatissimi che contemplano cose come buttarsi giù dai palazzi, appendersi fra le corde come un Tarzan urbano, e tentare di non farsi acchiappare dai proiettili della Gatling Gun di qualche elicottero supercorazzato. Il tutto in una città dal sapore vagamente futuristico.

Il personaggio Anonimo che comandiamo ; che in un tripudio di originalità ho deciso di nominare “Scarf” a causa della sciarpa rossa che lo contraddistingue; è un appassionato di Free Running e di Parkour, ed è un gran esperto di salti e di cadute: pertanto, possiamo usare le sue abilità per raggiungere luoghi alti o per sfuggire alle guardie, che nonostante siano in grado di saltare e di arrampicarsi come noi, non possono utilizzare invece “trucchetti del mestiere” come scivolate, dondolii su delle corde, appigli su superfici sottilissime, e altre cose simili. Scarf viene comandato completamente con le frecce direzionali: utilizzando la freccia sinistra e quella destra ci muoviamo nella direzione corrispondente (o facciamo dondolare la corda in quella direzione, nel caso fossimo aggrappati) e premendo il tasto su saltiamo (o ci stacchiamo dalla corda, o da qualunque appiglio su cui siamo aggrappati). Il tasto giù ha 2 funzioni: una di “scivolata” con cui Scarf può accedere a spazi piccoli (nel caso non sia in “corsa” si abbasserà senza scivolare) e una di “rotolamento”, tecnica necessaria durante i salti: dato che, spesso, balzeremo da posizioni piuttosto elevate, per evitare di romperci le gambe dovremo premere il tasto giù poco prima di atterrare. Se lo facciamo, Scarf rotolerà e potrà riprendere a correre, mentre in caso contrario rimarrà stunnato (bloccato) dal dolore e ci vorrà un po’ prima che possa tornare a muoversi.

Rimanere stunnati ha conseguenze catastrofiche se qualcuno ci sta inseguendo, dato che non potremo più fuggire e, quindi, moriremo. La morte,in God’s Watch, è un evento abbastanza frequente: rincorse prese non molto bene o le malefiche corde saranno spesso causa di morti premature, ma grazie a un oculato sistema di checkpoint non dovremo mai ripetere sequenze eccessivamente lunghe o frustranti. Scarf non ha una vera e propria “barra della vita”, dato che il gioco utilizza un sistema derivato da quello più spesso utilizzato negli FPS da un paio di anni: ricevere danni rende lo schermo più rosso man mano che la situazione diventa critica, e poi comincia a diventare normale se non riceviamo più danni. I danni possono essere ricevuti da proiettili o da cadute senza rotolamento, anche se, comunque, il rotolamento stesso non è sempre possibile e salti fatti da troppo in alto portano ad una morte istantanea.

Un’ultima particolarità riguardo il gameplay di God’s Watch riguarda il menù: infatti, invece di un classico sistema di save-load, il gioco adopera un sistema di password. All’inizio di ogni livello ci verrà detta una password, ed inserendola nella console all’inizio del gioco potremo tornare a fare il livello cui eravamo arrivati.

Dal punto di vista grafico, God’s Watch punta tutto su uno stile semplice e essenziale, a silhouette. I colori più utilizzati sono il bianco, il rosso, e buona parte delle sfumature di grigio, ma non mancano sezioni di gioco in cui i colori diventano più vari, mentre il tutto rimane comunque semplice ed “elegante.”

Dal punto di vista del comparto sonoro, God’s Watch è invece più carente: la musiche sono poche e vanno spesso in loop, e anche i rumori, anche se buoni, non vengono utilizzati spessissimo, tanto che in alcuni punti potremmo anche sentire il nulla più totale (complice anche il loop delle musiche che non è continuo).

In definitiva, God’s Watch  è un ottimo action-platform, difficile ma non frustrante, che grazie ad una trama diversa dalle solite e un gameplay semplice ma divertente riesce a farsi notare. Provarlo di certo non farà male! 😀

PS: God’s Watch è stato programmato utilizzando Game Maker, ad ulteriore prova che questo tool (che io stesso uso!) è ottimo e capace di dare vita a giochi davvero carini. Come al solito, vale il detto: non è il gioco che fa il programmatore ma il programmatore che fa il gioco!

Annunci
commenti
  1. Tizzio ha detto:

    Sembra figo, particolare la grafica a “sagoma”.
    Penso che lo proverò, grazie della segnalazione 😉

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...