Posts contrassegnato dai tag ‘Craft’


Questa è la prima parte di “Minicraft”. La seconda parte, che uscirà in seguito, non tratterrà di “Minicraft” in sé, ma di una sua mod, InfinityCraft, che aggiunge moltissimi elementi al gioco, così tanti che è degna di avere un articolo a parte.

Nome: Minicraft
Genere: Sandbox\Adventure
Tipo: Java
Prezzo: Free
Versione: n\d

Play Online:https://s3.amazonaws.com/ld48/ld22/index.html

Ok, so già cosa voi starete pensando. “Ma no, cazzo, un’altra copia di Minecraft?”. Oppure, ancora più legittimamente, “Mannò, Gluttony, è il duecentomilionesimo articolo su Minecraft che fai!”. Be’, risponderò ad entrambe le domande: 1) Questa non è, propriamente una copia di Minecraft, dato che è fatta dallo stesso Notch. Ora, che lui abbia riciclato l’idea per partecipare alla Ludum Dare 22 (competizione in cui tutti i partecipanti hanno solo 48 ore per creare un gioco secondo un tema prestabilito) può essere criticata, non è del tutto corretto, ma qui, sull’Angolo di Gluttony, parlo di quello che mi diverte e vi diverte (o meglio, di ciò vi può divertire), quindi oggi parleremo di Minicraft.

(altro…)


Una delle cose che ha reso Minecraft famoso, non è la semplice questione “posso creare tutto” ma “posso creare anche dei collegamenti”. Da anni gli utenti di Minecraft si sbizzarriscono usando la RedStone (una sostanza che in Minecraft fa da “cavi elettrici”) con cui costruiscono le cose più impensabili: sistemi di porte segrete, e addirittura MINECEPTIONS, cioé versioni “piccoline” di Minecraft programmate in Minecraft!

 


Il problema però non è tanto cosa farci, ma COME farlo! Infatti utilizzare la Redstone non è per niente facile da usare. Le guide presenti sulla Minecraft Wiki, oltre ad essere in inglese, sono anche molto complicate.

Ma, qualcuno, oggi, ci sta venendo in aiuto! Infatti, l’utente di Minecraft Italia (www.minecraftitalia.net)  Mr.Castlevideo ha creato una guida molto piccola ma davvero esplicativa, con immagini e descrizioni, utilissime per chi vuole approcciarsi per la prima volta al mondo della redstone (pensate che io non c’avevo mai capito nulla, ed invece da quando ho letto questa guida mi è venuto voglia di usarla, la Redstone)

La guida è scaricabile gratuitamente da questo indirizzo: http://minecraftitalia.net/forum/topic/23463-se-per-voi-la-redstone-e-un-mishtero/


Il crafting non è prerogativa di minecraft

Nome: GemCraft Labyrinth
Genere: Strategia\Tower Defense
Tipo: Flash
Prezzo: Free
Versione: //

Play Online: http://www.kongregate.com/games/gameinabottle/gemcraft-labyrinth

Iniziamo con un header, che fanno sempre la loro porca figura (e sono stato in grado di trovarlo su Google Immagini. Infatti gli screen non li faccio io, ma ai giochi ci gioco, giuro!). E poi sono così fiki, no? Ma sto divagando. Concentriamoci. Su GemCraft!

GemCraft è un tower defense atipico, per così dire. Infatti, introduce un sistema di gestione delle torri diverso dai soliti. Infatti, le torri non sono altro che “posti vuoti”, in cui poi inserire le gemme, che sono le vere e proprie torri. Esistono 8 tipi di gemme diversi, ognuno diverso per danni ed effetti.

In realtà, però, potremmo dire che le gemme sono più di otto. Già. In realtà, non azzarderei a dire che in realtà il loro numero sia un minimo di 512. Ma perché? Perché il gioco si chiama Gem-Craft. Craft (non le sottilette). (altro…)


Premessa: so che anche solo pronunciare il nome Minecraft (Minecraft minecraft minecraft) porta un sacco di visite al blog. Me meschino. MA! E’ un sotterfugio che ritengo praticamente innocuo, visto che la recensione vi è. Bo’, speriamo che serva.

Minecraft! Minecraft! Minecraft!

Per chi di voi che ha vissuto in una caverna, mettendosi le mano sulle orecchie e gli occhi chiusi, e quindi non sa cosa sia Minecraft, faccio una breve spiegazione. Minecraft si svolge in un mondo generato casualmente (quindi ogni volta che giocate la mappa di gioco sarà diversa, quindi a volte ci saranno montagne lì, a volte di là, a volte fiumi etc etc…) composto da Cubetti. Come i lego, poche parole. E come i Lego, il giocatore può staccare blocchi e poi riposizionarli. Può anche utilizzare questi blocchi per costruire (ovviamente), sia in senso lato, sia nel senso del “crafting”. Cioé, il giocatore può creare vari oggetti partendo da alcuni blocchi.

Crafting! Crafting! Crafting!

(altro…)